Bardano Alto: inaugurazione dell’antichissima chiesa dopo i restauri

santa-maria-delle-grazie

Appuntamento a Bardano Alto Sabato 10 dicembre, alle ore 9,30

La Comunità parrocchiale di Sferracavallo – Bardano – Rocca Ripesena si prepara al Santo Natale.  Atteso l’evento dell’accensione dell’albero di Natale a Piazza Olona , realizzato dal Comitato festeggiamenti di Sferracavallo e dai bambini delle scuole elementari , un albero che quest’anno sarà il fiore all’occhiello del quartiere dell’Olmo e di tutto il Comitato cittadino dei Quartieri.  Il parroco don Danilo Innocenzi ha voluto invece regalare  l’albero natalizio della chiesa agli abitanti di Piazza della Pace, dove sorge una piccola edicola della Madonna della Pace alla cui intercessione la popolazione rurale di Sferracavallo si è sempre affidata.

L’evento di maggiore rilievo quest’anno, è l’inaugurazione dei lavori di restauro dell’antichissima chiesina della Madonna delle Grazie di Bardano Alto.

I lavori di restauro interni ed esterni, realizzati dalla ditta Biagioli srl e da maestranze della zona,  finanziati con l’intervento dei Vescovi italiani (CEI), dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto e da numerosi benefattori tra cui le aziende presenti sul territorio bardanese.  Venerdi 9 dicembre alle ore 21, presso la chiesa di Fontanelle di Bardano, i tecnici che hanno diretto questi lavori, Luca Mordini e Marco Ciarlora,   presenteranno le varie fasi del restauro. A seguire,  l’archivista della Curia diocesana , Luca Giuliani, parlerà della storia degli edifici di culto di Bardano. E finalmente sabato 10 dicembre,  l’inaugurazione vera e propria. Alle 9.30 arrivo della Banda filarmonica Luigi Mancinelli e accoglienza del Vescovo diocesano mons.  Benedetto Tuzia, che alle 10 entrerà per primo in questo tempio mariano per la celebrazione della S.  Messa, dopo averne ricevuto dal parroco le chiavi e averne aperto l’ingresso principale.

Per l’occasione saranno visibili la settecentesca e miracolosa immagine della Madonna delle Grazie e la statua della Madonna di Loreto donata qualche anno fa dalla famiglia di un illustre concittadino, il pioniere dell’aviazione ed eroe di guerra,  il generale Giuseppe Cimicchi.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi