Beverly Pepper Park a Todi. Un dono da condividere con il mondo

beverly pepper park

E’ stato inaugurato lo scorso 14 Settembre a Todi il Beverly Pepper Park: il Parco della Rocca, posto sulla sommità dell’acropoli, ospita ora un corpus di opere della famosa artista americana che, da cinquanta anni ormai, ha scelto Todi come suo luogo d’elezione.

All’inaugurazione erano presenti il Sindaco di Todi Antonino Ruggiano, l’assessora regionale Fernanda Cecchini, l’assessore ai lavori pubblici Moreno Primieri, l’arch. Paolo Luccioni direttore dei lavori, il prof. Joseph Becherer, Michele Ciribifera presidente della Beverly Pepper Foundation.

Le opere, realizzate in acciaio, ferro, marmo sono disseminate lungo il percorso denominato “serpentina” che, attraversando il verde del parco, si inerpica lungo il fianco del colle di Todi congiungendo idealmente le morbide forma del rinascimentale Tempio della Consolazione con le svettanti linee gotiche del Tempio di San Fortunato.

Con lo stesso principio, come voluto dall’artista stessa che ha seguito il progetto lungo tutto il suo sviluppo, sculture orizzontali e verticali si alternano lungo il tracciato fino a culminare con l’imponente gruppo delle Todi Columns che dominano la parte alta del percorso.

Il Sindaco di Todi si è detto fiero e orgoglioso di poter presentare al mondo il Beverly Pepper Park, la cui realizzazione ha richiesto ben dieci anni di lavoro e che, data anche la natura delle opere, ha trovato non poche difficoltà di realizzazione.

L’assessore ai lavori pubblici ha tenuto a sottolineare in quali condizioni versasse il parco della Rocca prima del nuovo restyling: privo di qualsiasi manutenzione da ben dieci anni… cosa che certo non va ad onore delle amministrazioni che si sono succedute negli ultimi due lustri. Ora, il parco ripulito ed arricchito dalle opere di Beverly Pepper, è stato ulteriormente arricchito da panchine disegnante dalla stessa artista.

Il parco ha permesso, ancora una volta, a Todi, di salire alla ribalta degli organi di stampa internazionali del calibro del New York Times, una chance unica che già una volta la cittadina umbra si è lasciata sfuggire. L’augurio, di Beverly Pepper in primis, è che Todi sia all’altezza di questa ulteriore, immensa opportunità che le è stata donata da chi a Todi non è nato, ma che ha profondamente amato e colto in essa la sua bellezza e le sue potenzialità.

“Questo è l’omaggio di Beverly Pepper ai tuderti e ai visitatori di oggi e di domani – ha affermato il prof. Becherer nel suo toccante intervento – regalando alla città un nuovo paesaggio e un cielo di infinite possibilità. Il mondo guarda Todi per il Beverly Pepper Park, ora Todi ha la responsabilità di condividerlo con il mondo”.

Benedetta Tintillini

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi