Hispellvm chiude l’edizione 2017 con la vittoria della gens Julia

hispellum

Buon successo per Hispellvm che chiude l’edizione 2017 con la vittoria della gens Julia e ribadisce la qualità della rievocazione di epoca romana più significativa in Umbria.

La manifestazione che per quattro giorni ha riportato Spello ai fasti dell’antica capitale religiosa degli Umbri grazie al “Rescritto di Costantino” (336 d.C.), ha chiuso ieri l’edizione 2017 registrando una significativa partecipazione di pubblico agli spettacoli, riti, rappresentazioni e conferenze.

Grazie alla collaborazione tra il Comune di Spello, l’Associazione Hispellvm presieduta da Sandro Vitali, le gentes Flavia, Iulia e Flaminia, la Legio XXII PPF, la Legio I Taurus, gli Equites Legionis, gli Ombrikos, sono stati messi in scena numerosi eventi che partendo dalla fedeltà storica, hanno cercato di ricostruire, con la consapevolezza della difficoltà dell’impresa, un “verosimile storico” per restituire tradizioni, riti e quotidianità di un’epoca tanto lontana.

Il viaggio nel tempo è iniziato giovedì con il Corteo delle Genti Umbre e Romane che partendo dal centro storico è arrivato al Santuario Federale degli Umbri  a Villa Fidelia dove sono stati messi in scena Ludi scaenici (spettacoli teatrali) e Agones (competizioni ginniche e gladiatorie). Importante presenza venerdì al Convivivm et spectacvla realizzato grazie all’esperienza consolidata dello staff di CoopCulture e dell’Associazione “Spello in tavola” con La Cantina e Il Postiglione che hanno allestito nel Parco Archeologico di Porta Consolare (Piazza Kennedy) una cena romana allietata da aneddoti, curiosità e intrattenimento, tutto in stile rigorosamente romano.

Le scene di vita quotidiana, dispute e gare ginniche realizzate in diversi angoli di Spello sabato hanno richiamato molti visitatori così come molto positiva è stata la partecipazione al gran finale ieri pomeriggio, domenica, al Circus Hispellas in via della Liberazione dove le gentes si sono sfidate nella prima competizione di abilità con il lancio del Pilum (giavellotto) i cui punteggi finali hanno decretato la vittoria della gens Julia che si è aggiudicata il prestigioso stendardo disegnato dal maestro Mauro Manini. Positivo riscontro di pubblico anche agli appuntamenti curati da Sistema Museo volti alla scoperta delle persistenze archeologiche della Spello romana.

La manifestazione è promossa dall’Associazione Hispellvm in collaborazione con il Comune di Spello e la Pro Spello nell’ambito della Rassegna “Incontri per le Strade”.

 

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi