Todi. Il liceo è anche galleria d’arte, inaugurata la Jacopone Art Collection

jacopone art collection

Lo scorso 31 agosto è stata ufficialmente aperta all’interno del Liceo “Jacopone da Todi” la Collezione d’arte permanente“JAC – Jacopone Art Collection”, che si compone attualmente di una quarantina di opere, dipinti, sculture e grafiche che spaziano dal XVII secolo ai giorni nostri.

Frutto del lavoro della Commissione costituita dalle docenti d’arte prof.ssa Cinzia Cardinali e prof.ssa Filomena Boscaino e dal Dsga (Direttore dei Servizi generali e amministrativi) dott.ssa Annalisa Breschi, rappresenta un unicum nel panorama scolastico non solo umbro ma nazionale, con il magnifico chiostro quattrocentesco che, fungendo da ingresso, assurge a “scrigno” ideale di un’esposizione di apprezzati autori locali, emergenti di chiara fama e maestri di rango internazionale.

Si tratta di opere già in possesso della scuola, che figuravano esposte per lo più nell’Ufficio di presidenza, dal dipinto con battaglia navale dono del Re d’Italia all’ottocentesco Ritratto di gentiluomo o alla copia di un affresco quattrocentesco del chiostro. Diverse sono state le opere donate dopo gli anni ’80 che meritavano di essere valorizzate o riscoperte, come la bella Italia turrita dello scultore tuderte Enrico Quattrini, un gesso del XIX secolo ritrovato all’interno di un’intercapedine durante i lavori di ristrutturazione del complesso monumentale di San Fortunato che oggi ha trovato posto in una nicchia riaperta per mettere in risalto il bel frontone di travertino. Infine, molti artisti di fama che vivono o hanno vissuto nel territorio hanno voluto contribuire con le loro opere, da Bruno Ceccobelli a Graziano Marini, Nino Cordio, Ugo Levita, Piero Dorazio, Mauro Salvi, Michele Ciribifera e l’indimenticata Beverly Pepper.

In secondo luogo, la Cerimonia, a numero chiuso nel rispetto delle norme anti Covid, ha visto l’inaugurazione degli spazi restaurati di nuova apertura: su iniziativa della Dsga Annalisa Breschi  sono stati recuperati dei locali posti all’interno del Chiostro, con l’apertura di un “front office”, con la funzione primaria di sala di ricevimento, e, nella cosiddetta “casa del custode”, di due ambienti destinati ai docenti come sale di consultazione e studio, in linea con le più avanzate esperienze delle scuole europee. Infine, sono stati realizzati nuovi servizi igienici per i docenti e l’Aula Magna è stata dotata di un nuovo apparato di videoproiezione.

«Questi ulteriori spazi – afferma il Dirigente Scolastico Prof. Sergio Guarente -, arricchiscono la nostra comunità scolastica e il suo ruolo fondamentale nella vita culturale e civile di Todi. E la presenza all’interno del Liceo di una collezione d’arte di grande valore si propone come un mirabile invito ai giovani allievi a nutrirsi di un percorso di conoscenza e bellezza esaltato dall’arte pittorica e scultorea, in un ambientein cui si respira il soffio vivo e vibrante della memoria, nel contesto del punto più alto della città, da cui si domina lo stupendo paesaggio circostante».

L’inaugurazione aperta al pubblico con presentazione del catalogo, già pubblicato, che valorizza la galleria scolastica dandole il giusto tono scientifico, è prevista in autunno.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi