Leonardo nel ducato di Milano: il nuovo libro di Luca Tomìo

leonardo da vinci

Il prossimo 13 giugno 2021 alle ore 10:00, presso Villa Arconati-FAR a Castellazzo di Bollate (MI), si terrà la presentazione del libro su Leonardo da VinciLeonardo nel Ducato di Milano. Luoghi, opere, fortuna” di Luca Tomìo con la prefazione di Antonella Ranaldi.

Il libro Leonardo nel Ducato di Milano. Luoghi, opere, fortuna di Luca Tomìo con prefazione di Antonella Ranaldi è il frutto della collaborazione tra la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Milano ed il Servizio Turismo della Direzione d’Area Sviluppo economico della Città metropolitana di Milano che, in continuità con il lavoro già avviato in occasione delle celebrazioni del 2019 per i 500 anni dalla morte di Leonardo, nel 2020 hanno sottoscritto un protocollo d’intesa con la finalità di favorire l’attrattività culturale e turistica del territorio metropolitano attraverso la conoscenza dei luoghi frequentati da Leonardo nel suo periodo di permanenza nel Ducato di Milano.

Leonardo da Vinci ha trascorso quasi venticinque anni della sua vita nel territorio del Ducato di Milano. É qui, come scrive Tomìo parafrasando Giovanni Testori, che il genio di un ragazzo fattosi da fiorentino, milanese ha trovato le migliori condizioni per esprimersi. Qui ha incontrato personaggi che come lui avevano trovato a Milano un contesto aperto e stimolante, alla ricerca di nuove esperienze. Il Cenacolo in Santa Maria delle Grazie, il Castello Sforzesco, la Veneranda Biblioteca Ambrosiana, il Museo della Scienza e della Tecnica conservano preziose testimonianze dell’operato del Genio Universale. Numerose altre se ne possono trovare nei paesaggi da lui ritratti e nei tanti luoghi dove operò.

Il volume vuole essere anche uno strumento per divulgare e valorizzare il territorio lombardo. Un impegno proteso a rafforzare il sentimento di orgoglio e il legame identitario con i luoghi osservati e descritti da Leonardo. L’autore, Luca Tomìo, si immerge in profondità e con rigore nelle opere qui concepite e realizzate e nel pensiero libero e poliedrico dell’artista e scienziato. Entra nel suo e nel nostro vissuto, in cui è facile riconoscersi: dai cartolai del Cordusio, alle cime rocciose delle Prealpi lombarde, ai fontanili lungo la Martesana, da Villa Melzi di Vaprio d’Adda sino a Villa Arconati di Bollate. Un’analitica ricostruzione del prezioso lavoro di Leonardo a Milano e, al contempo, una guida per un turismo consapevole e di prossimità.

Un contributo alla scoperta dei nostri luoghi e di quanto essi siano vitali, ricchi di relazioni, progettualità e memoria. Il libro ci accompagna in questo viaggio esplorativo nelle pieghe della vita e delle opere di Leonardo. Il progetto editoriale, proiettato a future iniziative, contiene ed apre a scambi con partner culturali internazionali, come il prestigiosissimo Museo Statale dell’Ermitage di San Pietroburgo. E, come scrive Antonella Ranaldi, seppur opere e scritti arricchiscono collezioni e musei sparsi in varie parti del mondo, nonostante tanto sia stato scritto, non tutto è noto di Leonardo.

La ricerca continua.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi