Amelia. Mostra fotografica 1000 Miglia 2018: una passione in mostra

invito mostra fotografica 1000 miglia

di Benedetta Tintillini

Tornano a percorrere le strade umbre le splendide auto protagoniste della 1000 Miglia 2018, e lo fanno attraverso una mostra fotografica a loro dedicata che sarà inaugurata il prossimo 23 Novembre alle ore 18:00 ad Amelia dove sarà visitabile fino al 9 Dicembreper poi raggiungere, il 15 Dicembre, il Museo Taruffi di Bagnoregio, seconda tappa di un tour che toccherà tutti i comuni che hanno collaborato per accogliere la corsa nel tratto umbro-laziale con un calore senza precedenti. I comuni partner del progetto sono: Amelia, Orte, Guardea, Montecchio, Alviano, Lugnano in Teverina, Baschi, Orvieto per l’Umbria e Bagnoregio per il Lazio.

Sarà lo splendido Palazzo Petrignani, nel centro storico di Amelia, la prima sede della mostra itinerante organizzata dal “Circuito condito ad arte”, la rete museale Umbro- Laziale di cui fanno parte il Museo Traguardo e Palazzo Venturelli ad Amelia, il Museo dell’Ovo Pinto di Civitella del Lago, il Museo della Grande Guerra ed Antiquarium di Lugnano in Teverina ed il Museo Taruffi di Bagnoregio ai quali si è aggiunts, recentemente, la tipografia Silvio Pellico di Montefiascone. La rete museale, per la prima volta, è stata protagonista nella scorsa edizione della 1000 Miglia con la Squadra Corse Traguardo-Taruffi, una nutrita compagine composta da un affiatato team che ha annoverato, oltre all’auto concorrente, una OM Superba con a bordo Gianni Morandi e Primo Del Toro, Salvatore Catanese, Massimo Lipparoni, Ernesto Galli, Luigi Giordani con un furgone di assistenza, Francesco Falciola, Piergiorgio Castelli, Luca Climinti, Marco Cecconi, con auto di assistenza e Roberto e Alessandro Begliomini oltre all’equipaggio stampa di Umbria e Cultura, media partner dell’evento, composto da Benedetta Tintitillini, Donatella Binaglia, Alessandro Scarpanti e Giulio Pocecco.

La mostra, curata dal fotografo Emanuele Grilli e dai Musei Traguardo e Taruffi, si propone di valorizzare sia gli Scatti d’Autore di fotografi professionisti, sia quelli dei semplici appassionati che hanno voluto immortalare lo storico passaggio della corsa più bella del mondo che, per la prima volta, attraversava il territorio amerino.

Quattro saranno le sezioni nelle quali sarà articolata l’esposizione: la prima, dedicata alla storia della fotografia, è curata da Daniele Zerbo, e proporrà in esposizione una serie di macchine fotografiche e scatti d’epoca.

Al team di fotografi ufficiali della Squadra Corse Traguardo – Taruffi composto da Fabio Di Pasquale, Emanuele Grilli, Alessandro Epifani, Luca Natalini, Alessandro Scarpanti, Giulio Pocecco, Benedetta Tintillini è dedicata la seconda sezione della mostra. La squadra ha coperto con i suoi suggestivi scatti i 1800 chilometri del percorso con particolare riguardo ai nove comuni interessati, oltre alla partecipazione alla cerimonia di premiazione a Brescia dove la Squadra Corse è stata ulteriormente protagonista con due premi consegnati ad equipaggi designati dall’organizzazione della 1000 Miglia.

La terza sezione è dedicata agli scatti amatoriali, selezionati dai curatori, provenienti dai nove comuni del territorio umbro-laziale. Fra tutti gli scatti pervenuti e selezionati, i migliori saranno premiati con l’inserimento nel calendario 2019 dedicato alla corsa più bella del mondo, che gode del patrocinio della 1000 Miglia S.r.l.

Una sezione a sé stante ospiterà una serie di scatti provenienti dalla prestigiosissima collezione del Concorso Fotografico Bruno Boni di Brescia, il concorso Fotografico ufficiale della 1000 Miglia intitolato al Sindaco bresciano che fortemente volle riportare in auge la storica gara, che fu bruscamente interrotta nel 1957. La collaborazione con l’associazione Bruno Boni di Brescia non si limiterà alla sola mostra fotografica, ma sarà un sodalizio che andrà oltre, già proiettato nella prossima edizione della 1000 Miglia che prevedrà, nell’ambito del concorso fotografico, un premio speciale dedicato agli scatti provenienti dal centro Italia.

E’ bene ricordare che ad Amelia, come in tutte le altre sedi della mostra, sarà attivo il biglietto unico della rete museale che permetterà, in ogni sede, di visitare i musei della rete. Ad Amelia il biglietto unico permetterà di visitare il Museo Traguardo e Palazzo Venturelli.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi