Le “Poesie su seta” di Maria Altamura

rose in seta maria altamura

In mezzo al caos del traffico di Perugia c’è un luogo fuori dal tempo: in una bellissima casa colonica immersa in un romantico giardino, della quale, scommetto, gran parte dei guidatori che le sfrecciano intorno non sospetta neanche l’esistenza, c’è il laboratorio dove Maria Altamura trova suggestioni ed ispirazione.

“Poesie su seta” chiama le sue creazioni Maria Altamura. Il risultato di un grande entusiasmo e voglia di sperimentare unito ad un indubbio buon gusto, padronanza della tecnica ed infinita pazienza.

Maria inizia prestissimo come autodidatta per dare libero sfogo alla sua inesauribile creatività. Dipinge quadri sperimentando varie tecniche con ottimi risultati, passando poi alla seta per creare dei pezzi originali da indossare.

Dopo molte esperienze trova insegnanti e materie prime d’eccellenza che le permettono di padroneggiare la tecnica e realizzare capi in seta di altissima qualità, di grande eleganza ed indossabilità.

Da allora la produzione di Maria di arricchisce offrendo foulard, stole, camicette, vestiti, parei, magliette e quant’altro si possa realizzare con stoffa, colori e tantissima fantasia…

L’anima romantica di Maria si esprime attraverso l’amore per i fiori, soggetto preferito per le sue realizzazioni, come le rose di seta, talmente belle da sembrare addirittura di

img202
Rose dipinte a mano da Maria Altamura per abito da sposa

percepirne il profumo.

Ognuna delle creazioni di Maria Altamura è un’opera unica ed irripetibile e come tale assume un valore ben oltre quello commerciale. Chi ne acquista un capo acquista il saper fare ma anche un pezzetto di vita e di passione di chi quel capo lo ha prima concepito nella sua mente e poi realizzato.

Maria dipinge sia a mano libera sia utilizzando tecniche antichissime come il batik ed il serti, ma un carattere così energico ed entusiasta non può limitarsi soltanto a dipingere su seta. Ecco quindi, oltre alle già citate splendide rose, la maglia, il cucito, la ceramica oltre alla nuovissima tecnica, proposta recentemente e che ha riscosso enorme successo, che vede della lana applicata su seta con una tecnica simile a quella del feltro.

La notizia della bravura di Maria è arrivata anche nel campo dell’alta moda, tanto che una stampa batik di motivi celtici, da lei realizzata, è stata utilizzata dallo stilista della casa di mode Donna Karan di New York per la collezione 2016.

Maria è un’altra eccellenza di nicchia della nostra regione, un tesoro di saperi del quale dobbiamo essere giustamente fieri, un fluire di sentimenti che riversa nelle sue creazioni che non aspettano altro che essere narrati, dolci come le poesie, soffici come la seta.

Pagina Facebook: Poesie su seta

di Benedetta Tintillini

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi