Todi: presentato il progetto per il Parco di Beverly Pepper

beverly pepper todi

La storia di Todi incontra l’arte contemporanea, uno dei canali principali per lo sviluppo della cultura e del turismo in città, in un connubio speciale che sottolinea e valorizza l’importanza di un dialogo tra la città storica e l’arte contemporanea attraverso un percorso artistico immerso nel verde, che dal Tempio della Consolazione porta a San Fortunato, nel quale si fondono arte e paesaggio naturalistico.

È quanto prevede il progetto per l’installazione all’interno del parco della Rocca delle opere della grande artista statunitense di fama internazionale Beverly Pepper donate alla Città, illustrato recentemente a Todi alla presenza dell’artista.

Il progetto prevede l’installazione delle opere che la scultrice ha donato al Comune ed alla Città di Todi, che ha scelto come sua “seconda casa”. Il concetto base del progetto è quello comune alla ricerca tematica che l’artista, nell’arco della sua vita quasi centenaria, ha condotto: il rapporto costante con il contesto naturalistico e urbano, l’integrazione e l’interazione tra opere d’arte e paesaggio – monumentalità – contesto urbano. Una volta selezionate le opere, unitamente all’artista, è stato condotto uno studio dettagliato dei luoghi, delle visuali e della situazione orografica del percorso per individuare al meglio il sito più idoneo per l’installazione delle opere.

“È con immensa gioia – ha sottolineato Beverly Pepper – che guardo a questo nuovo progetto per Todi, una nuova energia per la città che si sposa con la sua storia e con il mio percorso di artista, impegnata da sempre con i miei progetti di Land Art a creare un legame vitale tra le sculture ed il contesto naturalistico. Arte e natura che stimolano l’uomo in una ricerca interiore che tende all’infinito“.

L’area oggetto dell’intervento si estende nel centro storico, dal Tempio di Santa Maria della Consolazione fino a quello di San Fortunato, attraverso un percorso che interessa l’ambito urbano fino al Bastione del parco della Rocca e poi l’ambito naturalistico lungo il viale della Serpentina. Le sculture si richiamano l’una all’altra e sono in costante rapporto visivo con il paesaggio circostante e con il fulcro centrale costituito dalla cupola e dalla mole architettonica del Tempio di Santa Maria della Consolazione. Un percorso che potrà essere affrontato nei due sensi senza che sia alterato l’aspetto artistico e architettonico dell’esposizione.

Con questo progetto, l’arte contemporanea diventa accessibile a tutti in un itinerario che andrà a congiungere due punti importanti della urbe e che potrà essere vissuto e apprezzato nella sua pienezza, per riscoprire la città in maniera nuova e creativa, guidati dall’affinità delle opere di Beverly Pepper con gli scenari naturalistici che contraddistinguono Todi ed il suo territorio.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi