6 settembre: 16ma Giornata Europea della Cultura Ebraica

giudaismo giornata della cultura ebraica

Domenica 6 settembre sarà Firenze ad aprire i programmi della 16a Giornata europea della cultura ebraica, dedicata quest’anno al dialogo e al confronto. Il tema sarà “Ponti e attraversamenti” e mira a creare collegamenti con le altre culture e fedi religiose. In programma convegni e degustazioni. L’evento, nato con lo scopo di far conoscere e diffondere la cultura e le tradizioni ebraiche, vedrà il capoluogo toscano capofila nazionale di un calendario di appuntamenti che si articolerà in 72 città italiane e che comprende 32 paesi europei.

Un omaggio alla città che celebra quest’anno i 150 anni di Firenze Capitale d’Italia e il 70.mo anniversario della sua Liberazione dal nazifascismo. La Giornata europea della cultura ebraica gode dell’alto patronato del presidente della Repubblica ed è patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dal Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dall’Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani. La manifestazione è inoltre riconosciuta dal Consiglio d’Europa.

“Essere città capofila nazionale della Giornata europea della cultura ebraica è per noi occasione per creare nuovi ponti – dichiara Sara Cividalli, presidente della Comunità ebraica di Firenze -. La scelta di Firenze è per noi motivo di orgoglio, un riconoscimento di quanto la nostra Comunità si sia impegnata nel creare ponti e nel fortificare quelli già esistenti, un riconoscimento dell’esempio virtuoso che la nostra città rappresenta”.

Il tema della Giornata di quest’anno sarà “Ponti e attraversamenti” e mira a creare collegamenti con le altre culture e fedi religiose. A Firenze in programma la cerimonia di inaugurazione con i vertici nazionali dell’ Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (Ucei), convegni, presentazioni e incontri, visite guidate, lavoratori per bambini e appuntamenti del gusto.

A conclusione il concerto del gruppo femminile A-WA, israeliane di origini yemenite, per la prima volta in Italia. Tra gli ospiti lo chef Moshe Basson, Riccardo Calimani, Joseph Weiler, gli scrittori Gyorgy Konrad, Assaf Gavron e Giacoma Limentani.

 

Credits: foto www.interris.it

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi