Frida Bollani Magoni: quando le note arrivano dritte al cuore

frida bollani magoni

Splendida performance della giovanissima e talentuosa Frida Bollani Magoni che si è esibita con il suo pianoforte nell’ambito del programma del Todi Festival 2022.

Dal 1987 il  “Todi festival” porta con se cultura e sperimentazioni di arti, danze prose e musiche.

Quest’anno il Festival, che chiuderà la sua 36° edizione il 4 settembre,  ci ha voluto regalare serate speciali come quella di mercoledì 31 Agosto, nella quale una giovanissima e talentuosa Frida Bollani Magoni si è esibita in concerto nel palco del Teatro Comunale di Todi.

Figlia d’arte cresciuta nel mondo della musica, per più di un’ora e mezzo ha creato favole con giochi di voce e note, piroettando tra piano e tastiera elettrica, giocando e plasmando note con la sua voce e con le sue mani.

Un viaggio musicale per la pianista non ancora maggiorenne che ha aperto le porte delle emozioni facendo cantare e applaudire un teatro pieno di spettatori di ogni età.

Divincolandosi egregiamente, come una professionista esperta, con problemi di tecnici di sound che nella serata l’hanno tediata senza mai perdere un sorriso, senza mai farci perdere il buonumore, scherzando e giocando anche con fischi fastidiosi… insomma una vera protagonista del palco.

Frida ci ha traghettato con note melliflue e sensuali come quelle di “Don’t Know Why” di Norah Jones, emozionandoci con “La Cura” di Battiato per arrivare a…” bussare alla luna” con Loredana Bertè per poi chiudere il suo spettacolo con il celebre “Hey Jude”, portando tutti i presenti a creare ritmi e percussioni con mani e piedi e lasciando il pubblico inebriato da tanto splendore.

Una giovane, giovanissima ragazza, esempio di determinazione e forza, una voce sorprendente a tratti irreale con falsetti difficili da seguire nelle loro sfumature sottili, le sue esili mani che sono diventate ballerine sugli 88 tasti di un piano che non basta a Frida, che con la piccola tastiere elettrica aggiunge quei suoni che rendono tutto diverso e speciale…

Questa giovane pianista, che ha sicuramente ereditato dal papà Stefano il suo grande talento, non potrà far altro che continuare a far parlare di sé in un crescendo di bravura. “Thank you for the music” è il brano degli Abba che ha voluto interpretare con il suo stile unico, a me non resta che ringraziarla per aver aperto, anzi spalancato tutte le porte delle mie emozioni!

Sonia Lustrino

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi