INFN: nuova installazione al Museo Immaginario Scientifico di Trieste

infn

Dal 2 marzo al museo Immaginario Scientifico di Trieste apre una nuova installazione multimediale e interattiva a cura dell’INFN dedicata a descrivere l’evoluzione dell’Universo, le sue origini e i futuri possibili, l’istallazione è ispirata al mondo visionario di Escher

Il pubblico potrà scoprire l’exhibit durante l’orario di apertura del museo da martedì a venerdì, dalle ore 14:00 alle ore 18:00. In ottemperanza con le norme anti Covid19, il museo resta chiuso sabato, domenica e nei giorni festivi.Per l’ingresso al museo è necessaria la prenotazione sul sito del Museo Immaginario Scientifico di Trieste.

L’evoluzione dell’universo, la sua origine e la sua espansione sono temi chiave della ricerca in fisica delle particelle a cui l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) dedica una nuova installazione multimediale semipermanente che sarà ospitata dal 2 marzo al Museo Immaginario Scientifico di Trieste, nella nuova sede del Magazzino 26 nel Porto Vecchio.

“Espansione” è un exhibit multimediale interattivo che rappresenta la struttura dell’universo e il modo in cui procede la sua evoluzione, richiamandosi a uno dei quadri dell’artista olandese M. C. Escher, “Divisione cubica dello spazio” (1952)I visitatori potranno interagire con l’installazione, avvicinando e allontanando le mani dalla postazione per espandere, ruotare o contrarre l’Universo fino a riportarlo al Big Bang, avvicinandosi alla comprensione dei meccanismi che ne regolano l’evoluzione. L’installazione sarà affiancata da un video dedicato all’origine, all’evoluzione e al futuro del nostro universo e fino a venerdì 5 marzo sarà presente al museo un ricercatore INFN, per approfondire i temi dell’installazione e rispondere alle domande dei visitatori.

“Espansione” sarà inserita nella sezione del museo “Trieste e la scienza”, in cui trovano spazio centri di ricerca e imprese, parte integrante della rete di enti scientifici che costituiscono il Sistema Trieste, tra cui anche l’INFN, presente in Friuli-Venezia Giulia con la sezione di Trieste e il gruppo collegato di Udine. L’exhibit è stato presentato questa mattina da Serena Mizzan, direttrice dell’Immaginario Scientifico, Angela Brandi, assessore a scuola, educazione, università e ricerca, decentramento del Comune di Trieste, e da Rinaldo Rui, direttore della Sezione di Trieste dell’INFN.

 

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi