Museo Etrusco Rasna: il racconto di un’importante scoperta

museo etrusco rasna

Si svolgerà a Perugia, presso il Museo Etrusco Rasna, il racconto del viaggio che ha permesso la scoperta dell’antico insediamento etrusco rinvenuto sotto la Cattedrale di San Lorenzo.

Il 30 gennaio 2022, alle ore 17:00 – presso la sala convegni del Museo Etrusco Rasna di Perugia, ospitato nel complesso della Fondazione “Istituto di Formazione Culturale Sant’Anna” – l’Ing. Luciano Vagni ripercorrerà il suo incredibile viaggio alla scoperta delle origini etrusche della città. Un’occasione unica per la città di Perugia, per gli studiosi e appassionati della civiltà etrusca, per ritrovare e comprendere le proprie origini e che affondano le radici in un passato antichissimo e prestigioso.

L’incontro, organizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale Catha, sarà inoltre occasione per conoscere il risultato dei nuovi studi dell’Ing. Luciano Vagni sul popolo etrusco, che hanno consentito di scoprire un’inedita interpretazione delle origini degli etruschi, oltre alla loro organizzazione sociale e urbanistica. Una nuova e sorprendente scoperta – frutto di trenta anni di studi e ricerche – che permetterà a studiosi e appassionati di comprendere l’anima essenziale degli etruschi e di gettare una nuova luce sulla vita e le origini di questo affascinante e straordinario popolo, per la comprensione della loro natura più vera e intima dopo oltre tremila anni.

Tutto è iniziato nel 1976, quando la storia e l’identità di Perugia si sono arricchite della fondamentale scoperta che testimonia le sue origini etrusche, donando ai cittadini e agli studiosi un nuovo e inestimabile patrimonio storico e culturale. Iniziarono proprio in quell’anno gli scavi archeologici sotto la Cattedrale di San Lorenzo in Perugia e che hanno permesso di riportare alla luce tremila anni di storia, direttamente dalle antichissime origini della città in epoca etrusca.

Questa straordinaria scoperta si deve all’intuizione e all’imponente lavoro dell’Ing. Luciano Vagni, che ha diretto e seguito i lavori degli scavi archeologici sotto la cattedrale di Perugia fino al suo completamento e inaugurazione, nel 2011, quando fu donato alla città il percorso sotterraneo a testimonianza delle sue antichissime origini etrusche. La scoperta della “Perugia sotterranea” – autentico vanto e orgoglio della città, una scoperta di inestimabile valore storico e culturale per l’intero Paese – è inoltre culminato con la pubblicazione del libro “Sotto la Cattedrale”, nel quale l’Ing. Luciano Vagni, autore dell’opera, conduce il lettore nell’affascinante viaggio di questa straordinaria scoperta. Un racconto che svela i segreti della Perugia etrusca sotterranea, ricco di dettagli storici e artistici, supportati da ricerche urbanistiche e storiche, frutto della cinquantennale esperienza professionale dell’Ing. Luciano Vagni, oggi fra i più grandi esperti di storia e cultura etrusca.

«È con grande piacere che ripercorrerò, il 30 gennaio, la scoperta della Perugia sotterranea e che ha riconsegnato alla città almeno sei secoli di storia fino a quel momento sconosciuta» – commenta l’Ing. Luciano Vagni – «Sarà inoltre occasione per proseguire il confronto sul valore storico e culturale di quanto è stato riportato alla luce dopo tremila anni. Un dibattito iniziato con l’analisi dei reperti rinvenuti durante gli scavi, eseguita dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Umbria, che ha riconosciuto il loro valore, attestando l’origine della città almeno all’epoca villanoviana, cioè al periodo arcaico etrusco. Invito la cittadinanza, gli appassionati e studiosi a cogliere questa imperdibile occasione e partecipare all’incontro così da rievocare insieme la riscoperta delle nostre origini.»

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi