Nel segno dell’arte: penultimo appuntamento al MACC di Torgiano

nel segno dell'arte

È giunto al quinto appuntamento il progetto di arteterapia Nel segno dell’arte, promosso dall’Associazione Freemocco di Deruta in partner con il Comune di Torgiano, l’associazione la Strada dei vino e del cantico, la cooperativa Polis, il museo MACC e il Parco delle sculture di Brufa. L’appuntamento questa volta è fissato in uno dei luoghi simbolo della città di Torgiano: Il Museo d’ arte Ceramica Contemporanea (MACC), che costudisce l’intera collezione di “Vaselle d’autore”: originali versatori di vino realizzate a partire dal 1996 da artisti italiani e internazionali. Una tradizione che si è ripetuta per un ventennio e ha ospitato artisti del calibro di Alessio Tasca, Achille Perilli, Piero Dorazio, Betty Woodman, Joe Tilson e tanti altri che negli anni hanno generato una delle collezioni più originali presenti in Italia. Opere che insieme alla sezione dedicata allo scultore ceramista Nino Caruso faranno da guida per il laboratorio di arteterapia a cura della terapeuta  Pamela Pucci.

Giovedì 1 dicembre, dopo una vista alla mostra, gli ospiti del progetto, un gruppo di giovani e adulti con difficoltà psichiche, accompagnati dagli operatori della cooperativa Polis, saranno i protagonisti di un nuovo laboratorio. Un lavoro prezioso per stimolare attraverso l’arte le capacità comunicative e relazionali di chi per varie ragioni vive una realtà spesso confinata nel proprio mondo. Un progetto innovativo progettato da Attilio Quinitili di Freemocco e dal curatore Lorenzo Fiorucci, che punta a sfruttare le bellezze dell’arte contemporanea presenti nel territorio per porle in relazione con membri della società, quelli più fragili, non sempre inclusi. Il progetto prevede anche la realizzazione di un video illustrativo che rimarrà a disposizione dei luoghi coinvolti nel progetto, realizzato con la lingua dei segni, per agevolare l’accessibilità anche alle persone sorde, scaricabile in qualsiasi momento dai cataloghi, editati da “Freemocco” di Deruta, sulle singole iniziative, per poter raccontare l’arte fruibile a tutti. Tutte queste attività sono finanziate grazie al Bando “Musei e Welfare Culturale” della Regione Umbria, che vede vincitrice l’associazione Freemocco in partner con il comune di Torgiano in particolare l’assessorato alla cultura, e il Museo d’Arte Ceramica Contemporanea di Torgiano (Macc).

Il Prossimo e ultimo appuntamento di “Nel segno dell’arte” sarà il 15 dicembre 2022 con l’inaugurazione della mostra personale di Caterina Ciuffetelli, presso “Il Granaio” di  Deruta, Via Francesco Maturanzio n.43

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi