Psicologia Umbria Festival: un ricco programma per la VII edizione

psicologia umbria festival

Arrivato alla settima edizione  “Psicologia Umbria Festival” propone una serie di 42 eventi e sarà il festival più numeroso di sempre e toccherà aspetti legati alla pandemia, in particolare su come superare la pandemia passando anche per sport e scuola. Un tema, quest’ultimo, definito «fondamentale, dove la collaborazione degli psicologi serve a far si che la scuola colga al meglio la funzione di aiuto alla crescita». «Nel Festival 2021 – spiega David Lazzari Presidente regionale e nazionale Ordine degli Psicologi – parliamo dell’importanza della psiche nella ripresa dopo la pandemia, portando anche testimonianze». Alla presentazione è intervenuta anche Laura Berretta, consigliere dell’Ordine regionale. «Gli eventi sono per la cittadinanza ma anche per i professionisti, anche noi siamo passati attraverso la pandemia e la crisi che ha scatenato».

Il post pandemia

Quello proposto da Psicologia Umbria Festival con i suoi tanti eventi, sarà «un grande momento di confronto e dialogo tra la comunità degli psicologi ed i cittadini umbri – ha aggiunto Lazzari -. Si parlerà dei grandi temi che interessano tutti, la nostra vita, il rapporto con la realtà, come affrontare le sfide che la vita ci pone». Gli psicologi sul tema delle sfide legate alla pandemia lavorano da tempo, e oggi tengono alta l’attenzione sull’attuale fase di uscita dall’emergenza. «Dal punto di vista economico gli indici dicono che stiamo uscendo dall’emergenza, dal punto di vista psicologico la situazione è più complessa, c’è sempre un’onda lunga del disagio psicologico e dello stress che si manifesta quando gli eventi più acuti vanno pian piano a finire. Poi – spiega Lazzari – durante la pandemia c’è stata la psico pandemia, quel disagio, quel cambiamento di abitudini e il dover costruire nuove abitudini. Ora serve una grande spinta, serve che la società si attrezzi e che renda disponibili competenze psicologiche nella scuola, sanità, mondo lavoro. Dobbiamo aiutare la comunità a ripartire in modo nuovo e ricostruire gli equilibri che la società del post pandemia ci chiede».

Gli eventi

Sono otto le città della regione che ospiteranno eventi in presenza (10 in tutto): Perugia, Terni, Foligno, Spoleto, Magione, Corciano, Gualdo Tadino e Gubbio. Alcuni appuntamenti (32) si svolgeranno invece on-line, con varie piattaforme scelte dagli organizzatori: Skype, Google Meet, Zoom, Facebook e Youtube. Il programma completo è disponibile nel sito dell’Ordine regionale (www.ordinepsicologiumbria.it). Ad aprire la serie di iniziative “Lo sport come prevenzione della devianza”, mercoledì 6 ottobre al Liceo Scientifico Sportivo di Foligno, e la presentazione del libro “Pandemia…storie di vita e percorsi terapeutici” che si terrà a Perugia nel pomeriggio. Nella sola prima giornata del Festival sono previsti 13 eventi. Tra gli eventi centrali, quello che ha dato il titolo all’edizione 2021: Psicologia e post-pandemia: dalla crisi alla crescita. L’Ordine regionale ha organizzato una diretta Facebook per argomentare questo attuale e complesso tema. Si terrà sabato 9 ottobre, dalle 9,30 in poi.

donatella binagliaDonatella Binaglia

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi