Brunello Cucinelli: nasce la Biblioteca Universale di Solomeo

biblioteca universale di solomeo

Un emozionato Brunello Cucinelli ha annunciato ieri, alla stampa nazionale ed internazionale convocata al Teatro Strehler di Milano, la realizzazione della Biblioteca Universale di Solomeo.

 

Il Teatro Piccolo di Milano, ora Teatro Strehler, è stato il luogo scelto da Brunello Cucinelli per annunciare al mondo il suo prossimo grande sogno: realizzare la grande Biblioteca Universale di Solomeo. Da uno dei templi della cultura nazionale il lancio di un progetto culturale che valica le generazioni: il progetto che Cucinelli ha illustrato insieme al suo amico architetto Massimo de Vico Fallani prosegue e integra magnificamente la sua visione del borgo di Solomeo quale luogo di “delizie” nel senso più alto del termine.

Deliziarsi dell’armonico susseguirsi delle colline e delle loro colture, apprezzare la sintonia tra uomo e natura, godere della bellezza e dell’armonia tra gli uomini ed il creato, tutto questo si integra con l’immaginata fruizione di grandi testi classici che potranno essere goduti e si offriranno alla riflessione e alla discussione in un ambiente totalmente favorevole alla crescita umana ed intellettuale di ogni individuo.

L’ispirazione è stata data dall’antica biblioteca di Alessandria d’Egitto, culla del sapere occidentale e “casa” di intellettuali e menti geniali come la grande Ipazia. A tale annuncio, confesso, ho ceduto alla commozione: al pensiero del sapere perduto, sia di quello contenuto nei volumi custoditi dall’antica biblioteca, sia di quello trasmesso dalle grandi menti che troppo spesso vengono brutalmente messe a tacere, penso a Ipazia e penso anche a Khaled Al Asaad, l’archeologo giustiziato per aver difeso fino alla morte l’antica città di Palmira.

Brunello Cucinelli, fortemente credente, è sicuro della vita ultraterrena, ma anche sulla terra sicuramente vivrà per lunghissimo tempo nelle opere che intende lasciare alle future generazioni, tra queste anche la sua nascente Biblioteca Universale di Solomeo, già simbolicamente affidata alla sua nipotina Vittoria, che se ne prenderà cura nei tempi a venire.

Quattro le “materie” delle quali la biblioteca custodirà i preziosi volumi: la Filosofia innanzitutto, poi l’Architettura, la Letteratura e l’artigianato.  Incunaboli provenienti da tutto il mondo saranno consultabili a partire dal 2024 (questa la tempistica annunciata per la prima apertura) nella Biblioteca Universale di Solomeo che sarà ospitata all’interno di una magnifica villa settecentesca collocata all’interno di un parco, situata nelle vicinanze del Teatro e della Chiesa.

Oltre alla stampa, erano presenti alla presentazione di Milano il Cardinale Gualtiero Bassetti, la Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei e il Magnifico Rettore dell’Università di Perugia Maurizio Oliviero.

Benedetta Tintillini

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi