Profumo e colori nella IX edizione autunnale del Perugia Flower Show

perugia flower show
Diventato ormai un appuntamento florovivaistico irrinunciabile, la nona edizione autunnale del Perugia Flower Show torna a Perugia nel fine settimana dal 18 al 20 settembre, ed è stata presentata lo scorso 16 settembre presso la Sala della Vaccara la nona edizione autunnale. Una tre giorni che permetterà ai visitatori più esperti e ai nuovi appassionati di scoprire in anteprima nazionale le novità del settore e di incontrare i migliori collezionisti e produttori di rarità botaniche. L’edizione di settembre con i suoi caldi colori autunnali sarà interamente dedicata alle varietà più affascinanti che raggiungono il loro massimo splendore nel periodo che va da settembre a gennaio per permettere a chiunque di avere un giardino o semplicemente un balcone fiorito tutto l’anno, non solo in primavera.
Ad aprire la conferenza stampa è Lucia Boccolini, amministratore di Magenta Events, organizzatori del Perugia Flower Show, che rassicura tutti visto il momento storico: “La manifestazione seguirà tutti i protocolli nazionali anti-covid, a tutti i visitatori verrà misurata la temperatura corporea e dovranno rispettare il metro di distanza.” L’evento ritorna a settembre dopo essere stato rinviato per ben due volte, prima a maggio e poi a giugno causa l’emergenza nazionale. “Siamo tra i pochi a ripartire con eventi botanici, molti hanno rinunciato visto tutto quello che è successo, ma noi no. Il motivo è quello di dare dei segnali positivi al pubblico, dare un bell’evento alla città e soprattutto un segnale di serenita trasmettendo il concetto che possiamo convivere con la situazione attuale. Per tutto questo ringrazio il Comune di Perugia, la Regione Umbria, la Provincia di Perugia e l’Università degli Studi di Perugia con il Dipartimento di Scienze Agrarie. Tutti hanno creduto in questa ripartenza.”
Dopo l’introduzione inziale si inizia a parlare della mostra mercato di piante rare che dal 18 al 20 settembre riempirà di colori e profumi i Giardini del Frontone: “La manifestazione riparte dopo la situazione attuale, abbiamo avito piu tempo per lavorare ed aggiungere espositori che hanno dato cenno di positività all’evento, tutti erano felicissimi di ripartire”. E poi un messaggio finale a tutti coloro che visiteranno la mostra mercato: “al pubblico che verrà a trovarci vorrei dire una cosa – continua la Boccolini – non venite solo per comprare le piante, che sono sì la parte importante dell’evento, ma venite anche per imparare. Tutti gli espositori sono dosponibili a fare lezione dal giardinaggio base agli incontri tematici sul mondo della natura, agli argomenti scientifici con esperti del settore come entomologi e patologi grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università di Perugia. Il Flower Show è anche un evento formativo.” Tutti i corsi che si terranno durante la tre giorni dell’evento sono gratuiti, basta visitare il sito della manifestazione per potersi iscriversi.
La parola quindi passa all’Assessore comunale Clara Pastorelli: “Un’altra bellissima manifestazione per Perugia. un bel successo in questo momento di difficoltà. Dietro è presente un’organizzazione meravigliosa che richiama pubblico, avvolgendo la citta intera. Un’attenzione sempre grande per i bambini, per gli appassionati con tutti i corsi gratuiti durante la manifestazione, e poi la bellissima passeggiata per conoscere meglio il quartiere dove si terrà l’evento. Grazie a Magenta Events per questo bellissimo evento. Un ulteriore e importante messaggio per la ripartenza della città, che lavora alla grande per ricominciare con i grandi eventi e questo né rappresenta una cornice bellissima.” L’Assessore chiude poi il suo intervento con un grande in bocca al lupo alla manifestazione e con un grande ringraziamento all’organizzazione per la donazione del pratino che verrà inserito in manifestazione e poi donato al Comune di Perugia.
A riprendere la parola è poi l’organizzatrice Lucia Boccolini: “L’evento è tutto dedicato alla fioritura autunnale. Questo perché il giardino può essere fiorito tutto l’anno.” Per quanto riguarda gli eventi che si terranno durante Perugia Flower Show, arriva una piccola variazione di programma: “a Perugia non lanceremo le farfalle, un evento che teniamo da più di dieci anni e che quest’anno evitiamo perché qualcuno ci accusa di spettacolarizzazione. Abbiamo deciso con il Gruppo Hera, nostro sponsor, insieme all’entomologo Accinelli di svolgere una lezione dedicata a tutti gli insetti più rari.” Una risposta poi a tutti gli animalisti d’Italia: “la manifestazione è sempre stata attenta alla cura della natura e a tutti gli animali che la popolano, rigettiamo ogni tipo di accusa.”
Infine un invito a tutti i genitori a portare i bambini per questa lezione a tutto tondo sul mondo degli insetti.
Tanti i corsi del Dipartimento di Scienze Agrarie, a parlare è la Prof.ssa Reale: “si è creata una grande sinergia con l’organizzazione dell’evento per cui abbiamo deciso di presenziare durante la manifestazione partecipando attivamente con alcuni corsi dedicati a tutti i visitatori come la scoperta delle piante al microscopio, che si terrà venerdì 18 settembre, o con l’Ospedale delle Piante, dove esperti del settore visiteranno le foglie malate che i visitatori porteranno per una diagnosi completa.”
A concludere è Elisa Giulietti, organizzatrice assieme a Cristiana Mapelli, della visita guidata al Borgo Bello, alla scoperta del quartiere e dei giardini nascosti: “ringrazio l’organizzazione, la visita partirà dai Giardini Carducci per arrivare ai Giardini del Frontone, un “viaggio” all’interno di uno dei quartieri più belli e conosciuti di Perugia, una visita “total green” per ammirare i lati più nascosti del Borgo Bello.”

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi