Perugia. Presentata alla Sala dei Notari la seconda edizione di Perugia 1416

perugia 1416

di Donatella Binaglia

 

Si respira la grande soddisfazione, come l’emozione di essere arrivati alla seconda edizione di Perugia 1416 perché, al di là delle critiche, al di là del tempo piovoso e delle foto truccate per aumentare il pubblico, il successo di questa manifestazione è l’unione e l’appartenenza dei cittadini nel segno di Perugia.

“I rioni hanno preso in mano il loro territorio – ha detto l’assessore alla cultura del Comune di Perugia Maria Teresa Severini -. Per questa manifestazione si  lavora 365 giorni all’anno, con sipirito di coesione  e forte identità. Circa 100 figuranti provenienti da altre rievocazioni sono stati invitati a far parte di Perugia 1416 ed a sfilare in corteo, saranno quindi un totale di circa 1000 i partecipanti al maestoso corteo storico. Questa manifestazione è come un campo che non veniva arato da tanto tempo, ora è stato dissodato ed è pronto per essere seminato. I rioni stanno seminando benissimo, impegnandosi con idee nuove e tanta voglia di fare bene”.

La manifestazione prenderà il via la mattina del 9 giugno alle ore 10, con l’apertura in Piazza Italia della mostra-mercato degli antichi mestieri e dei prodotti artigianali e tipici d’epoca, oltre alla presenza di spettacoli di artisti di strada in corso Vannucci. Alle ore 17, in piazza IV Novembre, si darà lettura dei bandi della sfida. La serata si chiuderà con il concerto di “Donne, madonne, ninphe et pasturelle” nel chiostro di San Lorenzo.

Sabato 10 apertura del mercato, alle ore 10 alle 11,30 tiro del giavellotto, alle 16 gli esibizione degli sbandieratori di Gubbio e alla e 17 sfida della Mossa alla Torre.

Domenica 11 alle ore 15 esibizione degli sbandieratori di Assisi e, alle 16 partenza del grande corteo dei 5 rioni da corso Vannucci a piazza IV Novembre con la consegna delle chiavi della città a Braccio. Alle ore 18,30 corsa del drappo e proclamazione del vincitore del palio 2017. Diretta su umbria TV (Canale 10).  “Questo è l’anno della conferma – ha detto il sindaco Andrea Romizi -, il più difficile. Questa è un’occasione meravigliosa per far rivivere il nostro centro storico”.

 

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi